La donna ignorante non è “halal”

-Di Redazione-

Qualche settimana fa ho ricevuto l’invito a un evento che si sarebbe tenuto in una moschea che frequento saltuariamente. Si trattava di una “festa” che viene organizzata un paio di volte all’anno per finanziare il luogo di culto, frequentato e gestito prevalentemente da un gruppo appartenente a una sola nazionalità. Nel cortile vengono di solito sistemati stand di cibo e bancarelle con beni di vario genere. Il cibo è sempre delizioso e l’accoglienza sempre cortese. Di norma però, mangiamo frettolosamente e ce ne andiamo, mentre in questa occasione abbiamo deciso di trattenerci più a lungo. È così che ho notato ciò che prima non avevo visto o che forse non avevo voluto vedere. Continua a leggere “La donna ignorante non è “halal””

Via dalla ‘pornografia’ della guerra… attraverso la moda

Dall’ambiente ai rifugiati siriani: The Slow Factory e la moda “attivista”. -Di Francesca Scalinci- Il mondo della moda… certamente uno dei più affascinanti, ma anche uno dei più ‘oppressivi’, in termini di sfruttamento della forza lavoro e dell’ambiente. I casi …

Continua a leggere Via dalla ‘pornografia’ della guerra… attraverso la moda